Parco del Roccolo
Condividi
Home » Territorio

Vegetazione

Il territorio del Parco del Roccolo è prevalentemente a vocazione agricola, con seminativi a cereali e prati per la produzione di foraggio.
I coltivi sono contornati da siepi, filari e aree boschive che, seppur occupando una minor superficie (circa il 13%), arricchiscono il paesaggio e vanno a costituire una protezione per le colture dal vento e dall'erosione. Queste isole verdi hanno inoltre un importante ruolo ecologico e conservazionistico costituendo una rete ecologica per specie vegetali e animali.

I boschi più estesi del Parco sono: il "Bosco del Roccolo" (Comune di Canegrate), il "Bosco della Brughierezza" (tra i Comuni di Casorezzo e Busto Garolfo) e il "Bosco di Arluno". Purtroppo, l'eccessivo sfruttamento nei secoli precedenti per la produzione di legname, ha favorito un impoverimento di questi boschi in termini di specie: oggi infatti questi habitat boschivi sono dominati per lo più da Ciliegio tardivo (Prunus serotina), Robinia (Robinia pseudoacacia) e Quercia rossa americana (Quercus rubra), essenze alloctone che inibiscono la presenza di specie autoctone caratterizzanti la vegetazione potenziale. Tuttavia, come essenze arboree autoctone si possono ancora osservare alcuni esemplari di Farnia (Quercus robur), Rovere (Quercus petrea) e Carpino bianco (Carpinus betulus); tra gli arbusti si trovano Sambuco (Sambucus nigra L.), Biancospino (Crataegus monogyna Jach.), Berretta del prete (Euonymus europaeus), mentre tra le specie erbacee che si possono osservare nel sottobosco si trovano il Sigillo di Salomone (Polygonatum multiflorum), il Mughetto (Convallaria Majalis L.), la Pervinca (Vinca minor L.), l'Anemone di bosco (Anemone nemorosa L.) e anche le Felci.

Pervinca
Pervinca
(foto di: Roberto Repossini)
Parco del Roccolo
© 2022 - Comune di Canegrate (Comune capofila)
Via Manzoni 1 - 20010 Canegrate (MI)
Tel 0331/463870
Fax 0331/401535 - Email: info@parcodelroccolo.it
Posta certificata: parcodelroccolo@legalmail.it
Privacy - Note legali